Proteine Whey senza lattosio: migliori prodotti di Marzo 2021, prezzi, recensioni

Effettuare una scelta di integratori non è sempre facile, soprattutto se si è intolleranti al lattosio. Oggi i produttori, attraverso studi e ricerche, possono venire incontro alle più vaste esigenze dei consumatori. Così possiamo trovare sul mercato ottimi integratori con le qualità del siero del latte, ma senza lattosio.

Le Whey

Sono un integratore veramente popolare nel mondo dello sport e del fitness, tanto che sul mercato se ne trovano svariate tipologie. Le diverse tecniche di lavorazione delle proteine del siero ne determinano differenti qualità, purezza e prezzo. Quanto più è alto il contenuto proteico e bassa la percentuale di carboidrati (lattosio) e grassi, tanto più il prodotto è di qualità. Le Whey agiscono velocemente sui processi di aumento di massa e ritempra muscolare e sono quindi adatte soprattutto al dopo allenamento. In origine il siero del latte è liquido, poi attraverso vari processi di lavorazione e filtrazione diventa un concentrato di proteine e/o peptidi in polvere.

Non tutte le Whey sono adatte

Le proteine del siero del latte si suddividono, principalmente, in tre forme. Whey concentrate WPC (Whey Protein Concentrate): presentano una percentuale di carboidrati, sotto forma di lattosio, decisamente maggiore rispetto alle altre, e dovrebbero essere messe da parte da chi soffre di intolleranza. Le Whey isolate WPI (Whey Protein Isolate), invece, hanno una percentuale di lattosio irrisoria e si dimostrano adatte a chi ha problemi di digestione. La siero proteina isolata può contenere tracce di lattosio, ma può essere pubblicizzata come prodotto privo, perché, come da normativa, ne contiene meno di 0,01 g per 100 g di prodotto finito. Infine, le idrolizzate WPH (Whey Protein Hydrolyzated).  Sono un ottimo prodotto, e vista la bassa presenza di lattosio, possono essere prese in considerazione da chi ne è intollerante.

Può accadere di trovare questi tre componenti mescolati tra loro o aggiunti ad altre miscele proteiche, quindi leggete sempre gli ingredienti del prodotto che acquistate. Le proteine del siero sono un alimento naturale adatto alla maggior parte degli adulti, ma è sempre consigliato sentire il parere di un nutrizionista prima di integrarle nella dieta alimentare.

L’intolleranza al lattosio

È un problema digestivo dello zucchero del latte abbastanza comune. Si verifica a causa della mancanza o della riduzione degli enzimi addetti alla digestione del lattosio, cioè dello zucchero contenuto nel latte e nei suoi derivati. Questi enzimi sono chiamati lattasi. Quando il corpo non ne produce abbastanza, il lattosio non viene completamente digerito e si verificano sintomi, come dolori addominali, flatulenza e diarrea. Esistono vari gradi di intolleranza al lattosio e la maggior parte delle persone affette da tale insofferenza può comunque consumare piccole quantità di lattosio senza effetti negativi.

Per coloro che cercano un apporto di proteine di qualità senza lattosio ci sono diverse alternative, ma la preferenza dovrà orientarsi principalmente verso le Whey isolate.

Whey senza lattosio

Le proteine Whey isolate sono ottenute tramite tecnica di microfiltrazione a flusso incrociato. Il siero del latte passa attraverso delle membrane con fori piccolissimi, che permettono di separare le proteine dai grassi, dal colesterolo e dal lattosio. Il prodotto finale è una proteina pura dal tenore proteico alto, in cui la percentuale di lattosio è talmente bassa, da risultare un prodotto adatto anche a coloro che ne sono intolleranti. Le proteine isolate hanno livelli estremamente bassi di umidità, lipidi e lattosio e possono essere ottenute anche tramite scambio ionico. Queste Whey hanno una percentuale proteica altissima, non inferiore al 90%, a differenza di quelle ottenute per microfiltrazione a flusso incrociato. Le microfiltrate, pur avendo una percentuale proteica tra l’85% e il 90%, contengono il 99% delle proteine non denaturate, ossia mantengono attive le proprietà biologiche delle proteine, che possono avere un effetto positivo anche sul sistema immunitario.

Benefici delle proteine in isolate

L’isolato proteico è caratterizzato da un altissimo valore biologico, cioè la percentuale in cui l’organismo è in grado di assimilare e utilizzare la proteina. Per il veloce assorbimento, per il tempo di digestione relativamente breve e il ricco contenuto di aminoacidi, ne è raccomandata l’assunzione principalmente nel periodo di allenamento. Il momento migliore per assumerlo è dopo l’esercizio, per inibire la perdita muscolare e stimolare i processi di costruzione.

Le Whey isolate sono un ottimo integratore dopo uno sforzo intenso, poiché danno una risposta rapida e rigenerativa, inoltre, accelerano e aumentano la crescita della massa magra. Possono essere utilizzate anche come supplemento nelle diete, perché mantengono l’equilibrio proteico, stimolano i processi anabolici e riducono il senso di fame.

Marche suggerite

BioTech USA. Propone prodotti di siero proteine isolate ad alto valore biologico, disponibili in tanti gusti, ma anche in versione non aromatizzata. Multipower 100%. Offre articoli di Whey isolate di altissima qualità e purezza. Sono facilmente digeribili perché istantaneizzate e si sciolgono rapidamente. Quindi sì alle proteine Whey, che sono in assoluto le migliori. Ma orientiamoci verso le siero proteine isolate e controlliamo sempre gli ingredienti dei prodotti che acquistiamo.

Ho una laurea in filosofia e un master in economia. Scrivo per la carta stampata e per il web, su argomenti anche molto diversi tra loro. La mia passione? Imparare cose nuove, scoprire, parlare, confrontarmi, reinventarmi un po’ in tutto, dalla vita privata a quella professionale. Sono una perfezionista, sempre al lavoro per migliorarmi e migliorare. Amo cucinare, leggere, scrivere, ascoltare musica, e praticare sport all’aria aperta.

Back to top
menu
Proteinewhey